Numero Verde Gratuito
800 681464
Alchimia

I sette principi ermetici

A cura di Federica Zini

Ermete Trismegisto  leggendario alchimista di Alessandria, elaborò le famosissime  “Sette leggi universali” che rappresentano, ancor oggi,  l’essenza di tutta la filosofia ermetica e supportano fortemente la stessa alchimia.

Si tratta di leggi immutabili che governano l’intero Universo e che si manifestano  materialmente, mentalmente e spiritualmente. Rappresentano in sostanza, la Legge di TUTTO CIO' CHE C'E' ovvero la Legge di Dio.

  1. LA LEGGE DEL MENTALISMO

“Tutto è Spirito e l'universo è mentale.”

Ogni cosa che esiste è una creazione della Mente Universale, propria di uno Spirito Universale. Lo Spirito è inconoscibile e indefinibile ma la sua esistenza si manifesta nell'attività mentale creatrice perché dove c’è materia, energia o vita, c’è stato indiscutibilmente all’origine un pensiero creatore. Questo vale sia per il macrocosmo che per il microcosmo.

  1. LA LEGGE DELLA CORRISPONDENZA

“ Come in alto così in basso, come in basso così in alto.”

Il secondo principio ermetico dice che esiste una precisa analogia tra le leggi che regolano i diversi livelli di esistenza: i meccanismi che regolano un sistema conosciuto, possono essere trasportati per analogia ad uno sconosciuto.

  1. LA LEGGE DELLA VIBRAZIONE

“Nulla è in quiete, ogni cosa si muove; ogni cosa vibra”.

Tutto è movimento e vibra: anche la scienza moderna lo conferma. Le diverse manifestazioni della materia, dell'energia, della mente ed anche dello spirito sono dovute proprio a una differente di vibrazione.

  4. LA LEGGE DELLA POLARITA'

Tutto è duale; tutto ha poli; ogni cosa ha la sua coppia d'opposti. Il simile e il dissimile sono uguali; gli   opposti sono identici di natura ma differenti di grado. Gli estremi si toccano, tutte le verità non sono che mezze verità, e tutti i paradossi posso essere conciliati”.

Si chiarisce con questo assunto, vecchi paradossi quali: “La tesi e l'antitesi sono di natura identiche, ma diverse di grado”; “gli opposti posso essere conciliati”; “tutte le verità non sono che mezze verità”.

  1. LA LEGGE DEL RITMO

Ogni cosa fluisce e rifluisce; ogni cosa ha le sue fasi; tutte le cose s'innalzano e cadono; l'oscillazione del pendolo si manifesta in tutte le cose; la misura dell'oscillazione a destra è la misura dell'oscillazione a sinistra; il ritmo compensa”.

Questo principio evidenzia come fra i due poli del precedente principio, si manifesta sempre un'oscillazione, un moto come quello del pendolo. A ogni azione corrisponde una reazione; a un avanzamento, una retrocessione; a un innalzamento, un abbassamento … Questo si manifesta in tutte le cose dell'universo; mondi, uomini, animali, mente, energia e materia.

  1. LA LEGGE DELLA CAUSA E DELL'EFFETTO

Ogni causa ha il suo effetto; ogni effetto ha a sua causa; ogni cosa avviene   secondo una legge; il caso non è che un nome per una legge non riconosciuta; non esistono molti piani di “causalità”, ma nulla sfugge alla legge”.

Questo principio rende evidente che esiste una causa per ogni effetto e un effetto per ogni causa. Esso spiega che nulla accade per caso e che esistono vari piani di causalità dove vige il principio per cui, i più alti dominano quelli più bassi, ma mai nulla sfugge interamente alla legge.

      7. LA LEGGE DEL GENERE

“Il genere è in tutte le cose; ogni cosa ha il suo principio mascolino o femminino; il genere si manifesta su tutti i piani”

In ogni cosa sussiste un genere: il principio mascolino e quello femminino si ritrovano ovunque, su tutti i piani: fisico, mentale e spirituale.

Federica Zini

Vuoi diventare un autore di Erba Sacra?

Sei un esperto o uno studioso di materie spirituali, naturopatiche, esoteriche, psicologiche, creative che si richiamano a una visione olistica dell’esistenza? Condividi motivazioni e obiettivi di Erba Sacra? Se vuoi proporre articoli o pubblicare un tuo ebook, contattaci