Numero Verde Gratuito
800 681464
Chakra

Il quinto Chakra Vishuddha, il Puro

A cura di Annamaria Del Maestro

  • Colore: azzurro – blu
  • Elemento: etere
  • Mantra: HUM
  • Collocazione: gola – cervicale
  • Nota: SOL
  • Numero dei petali: 16
  • Organi fisici interessati: ghiandole tiroide e paratiroide, gola, tonsille, laringe, corde vocali, esofago, bronchi

È posizionato nella gola e quindi governa la tiroide, le paratiroidi, la gola, le orecchie e lo sviluppo dello scheletro; quindi le patologie fisiche collegate sono quelle degli organi menzionati.

E’ il chakra della comunicazione, del suono e della vibrazione. Della capacità di recepire e di assimilare, nonché dell’espressione della propria personalità nel sociale e nel lavoro. Si relaziona con gusto, udito, olfatto. E’ legato all’esternazione dei pensieri e dei sentimenti. Anche il timbro ed il tono della voce esternano la piena funzionalità di Vishudda con la propria pienezza ed armonia. E’ il chakra della diplomazia, della connessione con il tutto.

Quando il quinto chakra è aperto e funzionante, l’essere umano è consapevole della responsabilità del proprio nutrimento in tutti i sensi: dal soddisfacimento dei propri bisogni materiali a quelli più spirituali e si comprende, quindi, di essere responsabili diretti di quanto si riceve e di quanto si assimila.

E’ la consapevolezza del proprio ruolo nella società e nel lavoro e ci si attiva per il massimo della soddisfazione.

Se questo chakra è disarmonico, sorgono le paure che ciò che quanto si riceve dagli altri possa essere negativo (e, in genere, non si attendono cose positive…) e, quindi, ci si chiude al ricevere ed all’assimilare divenendo – in un moto istintivo di difesa – potenzialmente aggressivi. La perdita di equilibrio si manifesta nella capacità di comunicazione, non solo verso l’esterno, ma anche verso il nostro Io interiore. Molte malattie psicosomatiche possono essere condotte ad una alterata funzionalità del quinto chakra. La disarmonia del chakra porta all’insorgere della paura del fallimento nella vita sociale e di lavoro. Porta alla nascita del complesso della vittima, al trincerarsi dietro l’orgoglio, come difesa dagli insuccessi reali o ipotetici, e al chiudersi ai contatti con gli altri per la paura di essere respinti.

E’ il chakra della “purificazione” e della comunicazione che è suono e vibrazione. Proprio attraverso la consapevolezza profonda di questo chakra, è possibile aprire la porta del cammino spirituale e, quindi, l’inizio del contatto con la parte più profonda di se stessi, partendo proprio con il comunicare con il proprio Io superiore.

La pietra è il lapislazzuli, il colore è il blu, la sua musica è quella dei legni.

E’ un chakra di tipo yang.

Annamaria Del Maestro

Esperta di tecniche di rilassamento

Vuoi diventare un autore di Erba Sacra?

Sei un esperto o uno studioso di materie spirituali, naturopatiche, esoteriche, psicologiche, creative che si richiamano a una visione olistica dell’esistenza? Condividi motivazioni e obiettivi di Erba Sacra? Se vuoi proporre articoli o pubblicare un tuo ebook, contattaci