Numero Verde Gratuito
800 681464
Chi Gung

La storia del Chi Gung

A cura di Cosimo Mendis

I nostri antenati, non distratti dai passatempi moderni (televisione, video, ecc.) concentravano le loro energie alla ricerca dei modi più efficaci per soddisfare gli autentici bisogni dell'uomo. Un gruppo in particolare, gli antichi taoisti, sviluppò un completo, dettagliato sistema di conoscenza che includeva raffinati principi di preparazione dei cibi, movimento fisico, guarigione, sessuologia, spiritualità, ecc. Questo insieme di principi si chiama taoismo, parola che oggi ha erroneamente assunto connotazioni religiose. Il taoismo è forse il più antico sistema di conoscenza sulla terra, pare precedente persino le culture di Mesopotamia, Antico Egitto, India e Grecia. Questo accadeva più di 6.000 anni fa, e il Chi Gung (e Nei Gung) era appunto parte fondamentale di tale sistema.

Altre notizie le abbiamo solo molto tempo dopo, con alcuni bronzi del XVI sec. a.C. che raffigurano delle posture tipiche di Chi Gung. Prima del 1000 a.C. il Chi Gung era già estesamente diffuso e veniva regolarmente usato dai cinesi nella loro ricerca di salute e longevità. Successivamente, durante il periodo classico (700-220 a.C.), assorbì i concetti propri degli I-Ching, e la filosofia di Lao Tzu e Confucio.

A partire dal IV sec. d.C., il Chi Gung subì molte influenze buddiste nel monastero di Shaolin, tra cui quella di Bodhidharma, principe indiano, fondatore del buddismo Chan (il primo Zen), che divenne un aspetto importante del Chi Gung di quell'epoca. Altre trasformazioni subite nel monastero ne esaltavano invece gli aspetti marziali. Il Chi Gung divenne anche un elemento fondamentale della medicina cinese, che lo usava (e lo usa tuttora) per la prevenzione e cura di moltissime malattie. Nel 610 d.C. fu pubblicata l'opera "Le cause delle malattie", un trattato di patologia in 50 volumi che praticamente era il primo libro specialistico sulle terapie di Chi Gung.

Già allora si erano così delineati i cinque tipi principali di Chi Gung: taoista, buddista, confuciano, marziale e medico. Questa distinzione è tutt'oggi valida, e in questi cinque tipi si possono raggruppare le circa cento tecniche diverse che si conoscono.

Ci sono stati anche lunghi periodi in cui il Chi Gung è stato nascosto, soprattutto quello taoista: infatti i taoisti lo hanno regolarmente messo "sottoterra" ogni volta che rischiava di diventare un culto, a riprova della serietà e concretezza del loro sistema. Inoltre il Chi Gung è stato ufficialmente proibito varie volte nella storia della Cina, l'ultima delle quali durante la rivoluzione culturale, perché era una delle cose "vecchie" che andavano eliminate. Tuttavia già precedentemente, nella metà degli anni '50, lo stesso governo cinese lo aveva scelto, assieme al Tai Chi, come metodo ufficiale di prevenzione e cura per molte malattie: la crisi del sistema sanitario era grave, il Chi Gung si adattava molto bene alla pratica negli ambienti urbani, ed era anche economico. Negli ultimi anni infine, nel tentativo di controllarne la diffusione, il governo cinese ha "codificato" i sistemi "ufficialmente approvati" di Chi Gung, che non sono quelli taoisti.

Il Chi Gung taoista è caratterizzato dalla presenza di Nei Gung ("abilità interna"), componente non presente negli altri tipi di Chi Gung. Inoltre, anche tra gli stessi taoisti, da sempre è esistita la distinzione tra "Via del Fuoco" e "Via dell'Acqua", quest'ultima tramandataci per mano di Lao Tzu che ne codificò i principi filosofici. A questo proposito la leggenda racconta che quando Lao Tzu decise di ritirarsi a vita privata fu fermato al confine da una guardia suo allievo. La guardia lo riconobbe, e gli proibì di uscire dal paese se non avesse prima lasciato qualcosa di scritto dei suoi insegnamenti. Lao Tzu allora si fermò lì nei pressi e scrisse il Tao Te Ching, una raccolta di 81 brevi paragrafi che è diventato il testo più tradotto al mondo dopo la Bibbia.

 

Continua a leggere..."Chi Gung della Via dell'Acqua"

Cosimo Mendis

E' il presidente del Chi Gung Centre, Associazione culturale per la diffusione di antiche metodologie per la salute e arti marziali.

Vuoi diventare un autore di Erba Sacra?

Sei un esperto o uno studioso di materie spirituali, naturopatiche, esoteriche, psicologiche, creative che si richiamano a una visione olistica dell’esistenza? Condividi motivazioni e obiettivi di Erba Sacra? Se vuoi proporre articoli o pubblicare un tuo ebook, contattaci