Numero Verde Gratuito
800 681464
Fitoterapia e Gemmoterapia

La Gemmoterapia

A cura di Alessandra Sordi

"Gli uomini sono alberi" (Esiodo)

La Gemmoterapia è una branca della Medicina cosiddetta "naturale" che utilizza gli estratti dei tessuti vegetali freschi in via di accrescimento (1): le "gemme", i germogli, i boccioli, le giovani radici, la linfa, le scorze di stelo, ecc. Il primo, il padre di questa nuova conoscenza è stato il Dott. Pol Henry, medico di Bruxelles, botanico ed appassionato che, a similitudine di quanto fece il Dott. Bach con la sua Floriterapia, intuì e poi sperimentò scientificamente i principi del metodo gemmoterapico.

In particolare egli si è avvalso di studi approfonditi sia sui vegetali che sull'organismo umano (per es. filogenetici e ontogenetici dei vegetali, di studi anatomo-patologici, studi istologici sui tessuti animali, studi analogici su piante-siero umano, valutazioni enzimatiche, studio medante computerizzazione, studi e sperimentazione clinica, ecc. ecc.).

Il metodo sperimentale iniziato dal dott. Pol Henry è stato poi sviluppato in Francia dai Dott. Julian, Bergeret, Tetau e Lernout.

La gemmoterapia è quindi un metodo terapeutico basato sull' uso di tessuti vegetali allo stato embrionale, i cui principi attivi sono estratti dalla pianta fresca, mediante solventi inerti. (1)

Le piante nel loro sviluppo iniziale contengono sostanze con caratteristiche particolari: gli studi effettuati hanno rilevato importanti componenti tipici (auxine, giberelline, acido abscissico, fattori di crescita, enzimi, proteine, acidi nucleici) che sono presenti solo nei tessuti embrionali delle piante. (1)

Le ricerche sperimentali, hanno messo in evidenza che la gemmoterapia ha un campo d'azione profondo, esteso, basato sull'azione drenante delle gemme., cioè agisce sul sistema biologico "UOMO".

Per fare un esempio le gemme di Alnus glutinosa sono attive nelle sindromi infiammatorie di tutte le mucose, oppure le gemme di Ribes nigrum sono dotate di un'azione profonda sui processi infiammatori in genere, oppure che le gemme di Rubus idaeus riescono a "regolare ed equilibrare" il sistema genitale femminile (utero ed ovaie).

Alla base del metodo vi sono i quattro postulati formulati da F. Piterà
  1. La vita è espressione di dinamica cellulare, per curare è necessario utilizzare cellule in fase di divisione che possano agire stimolando altri tessuti cellulari.

  2. Poiché la vita animale dipende completamente da quella vegetale, ciò che alimenta l'essenza della vita animale può rigenerarla nelle sue alterazioni.

  3. L'albero è l'identità vegetale più potente, dove l'energia vitale si esprime ogni anno con grande rinnovamento cellulare. Tutti i suoi tessuti allo stato nascente sono i più indicati per disintossicare, rigenerare e curare le cellule umane.

  4. Tra le piante utilizzate le Betulle e la Quercia sono quelle che possiedono le più spiccate capacità di adattamento, resistenza, diffusione e rigenerazione. Queste sono la prima base terapeutica del drenaggio gemmoterapico.

I gemmoterapici possono essere facilmente usati, sono maneggevoli e di assolutatranquillità, possono limitare l'uso di medicine chimiche. Nella preparazione le parti di piante sono raccolte fresche e immesse in una soluzione di alcool e glicerina. In tal modo l'attività enzimatica viene bloccata, mentre nell'uso, con la diluizione in acqua viene ripristinata l'attività enzimatico-terapeutica.

La sostanza vegetale contiene tutta la ricchezza minerale, ormonale, di aminoacidi ed elementi strutturali delle proteine. I gemmoterapici agiscono in profondità, liberano le cellule dai "blocchi", (per usare un termine caro al Dr. Bach ed ai suoi rimedi floreali), le rimettono in "equilibrio", consentono di eliminare le scorie tossiche che ne limitano il corretto funzionamento.

Le informazioni contenute nel sito su argomenti di cure naturali, alimentazione e benessere hanno esclusivamente scopo informativo e culturale. In nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Alessandra Sordi

Laureata in Scienze biologiche. La passione per le erbe, le piante in genere si fa sentire già dalla scelta della tesi sperimentale di laurea , con la scoperta di un genoma particolare che differenzia il grano tenero da quello duro. Pubblica altri lavori originali sempre sulla genetica dei frumenti

Vuoi diventare un autore di Erba Sacra?

Sei un esperto o uno studioso di materie spirituali, naturopatiche, esoteriche, psicologiche, creative che si richiamano a una visione olistica dell’esistenza? Condividi motivazioni e obiettivi di Erba Sacra? Se vuoi proporre articoli o pubblicare un tuo ebook, contattaci